Psicoterapia Individuale a Bologna

Psicoterapia Individuale a Bologna

Nel mio lavoro psicoterapico valuto per ogni singolo caso la migliore strategia terapeutica possibile all’interno delle mie formazioni in: Psicosintesi Psicoterapeutica, Schema Therapy, Schema Mindfulness, Tecniche Mente-Corpo in Psicologia. Le problematiche affrontate nella pratica di psicoterapia individuale a Bologna spaziano dall’ansia alla depressione e ai disturbi di personalità che si manifestano come malessere in varie arie della vita: personale, di coppia, con la famiglia, i figli, al lavoro, nelle relazioni sociali ecc.  Sulla base delle singole richieste e necessità, il percorso psicologico/psicoterapico può essere più lungo oppure si può valutare di realizzare una Psicoterapia breve.

Di fronte a metodi (indirizzi) di psicoterapia diversi, le ricerche hanno dimostrato che esistono dei fattori comuni che producono risultati simili: la comprensione empatica, il sostegno emotivo, l’aiuto per risolvere concrete difficoltà e situazioni di vita problematiche, la facilitazione dell’espressione emotiva, della competenza comunicativa e della consapevolezza fisica, la stimolazione dello sviluppo di capacità creative, l’elaborazione di prospettive future positive.

Sia la Psicosintesi che la Schema Therapy e la Schema Mindfulness si basano sulla comprensione e la sincera accettazione del paziente nella sua interezza e questi sono agenti terapeutici molto importanti, in quanto sentirsi accolti con affetto e senza nessun giudizio permette al paziente di non sprecare più energie per difendersi e facilita il cambiamento.

Psicoterapia Individuale Bologna: Psicosintesi e Schema Therapy

Nella psicoterapia psicosintetica si cerca sempre di individuare e far riconoscere al paziente la sua parte più sana e luminosa e mettere l’accento su di essa; ci si ancora alla parte sana per ricostruire poi l’intero edificio, facendo convergere l’attenzione del paziente sul suo centro interiore.

La guarigione è la creazione di una nuova sintesi. La psicosintesi è un metodo inclusivo, basato sul principio dell’organizzazione di tutti gli elementi attorno ad un centro unificatore, il Sé spirituale. Il Sé è l’esperienza dell’autoconsapevolezza e della propria centralità, e tutte le nostre ricerche interiori, anche le più sofferte, mirano, coscientemente o no, verso questo centro.

Esiste un processo di guarigione, che parte dalla scomparsa del sintomo, va in direzione esistenziale portando alla comprensione del significato del sintomo, e in direzione transpersonale alla comprensione che il sintomo era collegato ad un qualcosa di più profondo, una ricerca spirituale.

In ogni disagio, sofferenza o malattia possiamo vedere un elemento transpersonale; il Sé è presente in tutta la nostra vita, quindi è presente anche quando c’è il malessere più profondo. A volte la patologia può essere un segnale di risveglio spirituale, di una trasformazione interiore in atto.

Per esempio, nel cuore di una depressione, spesso c’è un disconoscimento del Sé, la negazione di ciò che siamo veramente. L’attacco di panico può essere visto come perdita di punti di riferimento a cui attaccarsi.

Uno dei più grandi obiettivi della psicoterapia è favorire nella persona un’integrazione degli elementi diversi: l’analisi è molto importante perché prelude alla sintesi. L’analisi in psicoterapia psicosintetica è un’analisi frazionata, nella quale si analizzano e si portano alla coscienza soltanto gli aspetti che l’Io riesce a sopportare e ad utilizzare in quel preciso momento; così, in alternanza alle tecniche analitiche si usano tecniche attive per il rafforzamento dell’Io (a carattere ristrutturante), rendendo l’individuo in grado di approfondire l’analisi.

Un altro aspetto importante della psicoterapia psicosintetica è che il lavoro parte dal conscio, il noto, all’inconscio, l’ignoto; la psicosintesi è sia una psicoterapia del profondo (dell’inconscio inferiore) che dell’alto (dell’inconscio superiore).

Varie sono le tecniche che possono essere usate nel processo psicoterapico: il colloquio, i test, i questionari, l’autobiografia, il diario, l’indagine sia sui complessi che sui valori, l’associazione delle parole, l’analisi dei sogni, la visualizzazione guidata, la meditazione, il disegno libero, le tecniche corporee.

Ad integrazione della Psicosintesi, la metodologia psicoterapica della Schema Therapy aiuta il paziente a modificare i comportamenti ed il modo in cui si relaziona con le figure significative e inoltro dà un sostegno mirato al raggiungimento dei propri obiettivi di vita. Inoltre la Schema Mindfulness ha lo scopo di aiutare a stimolare la consapevolezza dei funzionamento di schemi e comportamenti disfunzionali, imparando a riconoscere il processo che innesca il nostro pilota automatico. Gli esercizi di Mindfulness hanno lo scopo di rompere la rigidità dello schema, armonizzare le sensazioni e regolare le emozioni.

Un tale percorso psicoterapico porta a sviluppare al meglio la parte adulta sana e saggia, la parte di sé che è capace, forte e funzionante, e inoltre a fare emergere il bambino felice che esiste dentro ciascuno di noi e che rappresenta la capacità di vivere ed esprimere spontaneità, soddisfazione e felicità gioiosa.

Richiedi Consulenza